L’uomo che verrà – di Giorgio Diritti, Italia 2009.

2 05 2010


Ho visto questo film solo oggi, con non colpevole ritardo dato che al cinema era rimasto pochissimo. L’uomo che verrà è un film indefinibile per molti aspetti. La vicenda è quella della strage di Marzabotto, settembre 1944, raccontata attraverso la vita di una famiglia di contadini e in particolare da una bambina di otto anni Martina che non parla più da quando, anni prima, ha perso un fratellino. Attraverso i suoi occhi e i suoi silenzi assistiamo alle più o meno difficili quotidianità della vita ma anche allo scorrere della guerra in un angolo d’Italia che dopo quei fatti diventerà cicatrice indelebile nella Storia del nostro novecento.

Martina è sempre la prima ad avvistare e a segnalare gli avvenimenti che circondano la cascina , l’arrivo delle truppe naziste, i partigiani, le armi che nella notte vengono paracadutate. Il silenzio di Martina è come un respiro di verità. L’attesa per il suo nuovo fratellino, l’uomo che verrà, è per lei superiore a qualsiasi altra cosa, come una speranza, un nuovo inizio in grado di superare le storture raggiunte dall’umanità, un simbolo cristiano forse.

Un film indefinibile, perchè per la sua precisione, per la ricostruzione storica e sociale, potrebbe essere quasi un lungo documentario, ma anche perchè la guerra c’è ed è palpabile e vicina come non mai anche senza scene d’azione vere e proprie.
Guardandolo ci si sente come dentro a quei sogni in cui si è consapevoli di sognare, dove emotivamente si sentono paure, angosce ed emozioni, quei sogni in cui a un certo punto sei convinto di morire, anche se sai che è solo un sogno e che in realtà sei al sicuro da un’altra parte e in un altro tempo anche se ti sembrava tutto così vicino.

Annunci

Azioni

Information

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: