Rima – Colle del Mud

28 07 2010

 

Rima è l’ultimo paese della Val Sermenza e con i suoi 1.417 metri di altitudine è il comune più alto della provincia di Vercelli. Fu fondata intorno al XIV secolo da alcune famiglie walser provenienti dalla comunità di Pietre Gemelle che comprendeva i territori di Riva Valdobbia e Alagna. Nel cuore del centro storico del paese possiamo trovare testimonianza della colonizzazione walser nell’architettura caratteristica di alcune abitazioni.

Nel 1800 Rima era famosa presso le corti europee per l’arte, quasi alchemica, del marmo artificiale, una miscela di polvere di gesso e scagliola che, riproduceva lo stesso impatto tattile e visivo del marmo naturale, riducendone però i costi di estrazione. In paese è possibile visitare il Museo Gipsoteca “Pietro Della Vedova” dove sono custoditi oltre 170 capolavori dell’artista.

Inserita nel Parco Naturale Alta Valsesia, in un ambiente incontaminato, Rima offre molte possibilità per il trekking: una rete di mulattiere e sentieri collegano questa località alla Valle Anzasca e ad Alagna.Noi abbiamo deciso di salire al Colle del Mud (2.324 m.) percorrendo il sentiero n. 96 che costituisce un tratto della Grande Traversata delle Alpi (GTA) e insieme del Grande Sentiero Walser che attraversa la Val Sermenza. Partiamo dalla bella piazza con il fontanone seguendo il sentiero n. 92. Lasciate le ultime case del paese arriviamo ad un bivio dove si imbocca sulla sinistra il sentiero n. 96. La mulattiera, costruita a fine ‘800 dall’Ing, De Toma, sale ripida in un folto bosco di larici, risparmiandoci, in questa prima parte del percorso, dal sole cocente.

In poco più di un’ora si raggiunge l’alpeggio Valmontasca (1.819 m.). Proseguiamo su pendii di rododendri fioriti, genziane e ranuncoli, avendo sulla sinistra l’imponente parete del Tagliaferro.

La salita adesso è più dolce e in trenta minuti si arriva all’Alpe Vorcu (2.078 m.). Il sentiero continua costeggiando una pietraia e con un’altra ora di cammino giungiamo al colle, che si apre tra il Tagliaferro a sinistra e il corno Mud a destra. Sull’altro versante con l’itinerario n. 8 si scende a Pedemonte di Alagna, noi lo seguiamo per un breve tratto, raggiungendo quota 2.264 m dove troviamo il Rifugio Ferioli.

Alcuni links utili: http://www.parcoaltavalsesia.it/  http://it.wikipedia.org/wiki/Grande_Traversata_delle_Alpi    http://www.walser-alps.eu/sehenswuerdigkeiten-landschaft-erleben-it/der-grosse-walserweg-1   http://www.via-alpina.org/

‘mour

Annunci

Azioni

Information

One response

28 07 2010
omar

La camminata è molto bella, alla portata di tutti. Si sale al colle del mud in 2ore e mezza 3ore.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: