IL CAPITALE UMANO

1 09 2010

  IL CAPITALE UMANO

“[…]’L’hanno detto a Ronnie. Si parla molto dei Manning. Però non capisco perchè avete dovuto risarcirlo voi.’

‘Tasche più capienti…era la nostra macchina […] quasi tutta la cifra è stata versata dalla compagnia di assicurazioni e il resto, capirai, è solo denaro…’ disse Carrie Manning con una risata amara.

[…]’Ma come hanno fatto a…stabilire quella cifra. Era così precisa.’

‘ I periti dell’assicurazione hanno calcolato quanto avrebbe maturato Jarvis se non avesse avuto l’incidente. Il suo potenziale. Il suo CAPITALE UMANO, credo lo chiamino così. Ci sono dei software per determinarlo,incredibile no? Inserisci i dati del soggetto e per risposta hai il valore di un uomo.’ […]”

A farmi “compagnia” durante il bellissimo viaggio in Corsica, di questo agosto oramai passato, è stato un libro di Stephen Amidon, Il capitale umano, uno di quei libri che afferri, senza ben sapere di cosa parli esattamente, prima di chiuderti la porta alle spalle con l’idea di non dover leggere nulla di impegnativo. Così non è stato perchè quella che ho letto è una storia densa di risvolti psicologici, accurate descrizione delle dinamiche della vita di coppia, un ritratto vero del mondo dei ricchi e una analisi socio-economica molto attuale.

Il capitale umano narra le vicende della famiglia di Drew Hagel, un immobiliarista alle prese con una grossa crisi di lavoro che cerca di riscattarsi e di riscattare la sua intera vita, grazie alle amicizie che riesce a fare tra i potenti finanzieri che abitano nel suo esclusivo quartiere.

Drew scoprirà ben presto che, al di là delle apparenze, anche la famiglia dei potenti Manning  ha molti problemi: una moglie delusa, un figlio spesso ubriaco che gli causerà non poche preoccupazioni e un’imminente bancarotta. Quando un incidente lega irrimediabilmente le due famiglie, Drew decide che è l’ora di passare all’attacco pensando di speculare sulle vicende umane come si farebbe con quelle finanziarie ma la speculazione sui sentimenti, sulle vite dei più deboli e poveri, non può seguire le regole fredde della finanza e per questo deve pagare comunque un pegno, poco o tanto che sia.

La volontà di apparire e il perbenismo vengono travolti dai demoni che ciascuno porta dentro di sé e tutto ciò è raccontato da Amidon col ritmo di un regista di thriller hollywoodiano, facendoci entrare nell’interiorità dei suoi personaggi, facendoci vivere la complessa dinamica dei rapporti genitori-figli per finire la lettura con un senso di ammirazione per la bravura di questo scrittore.

Stephen Amidon è cresciuto nel Maryland e si è laureato in filosofia nel 1981. ha vissuto per circa dodici anni a Londra facendo il giornalista culturale e il critico cinematografico. Rientrato negli Stati Uniti ha iniziato a pubblicare i suoi romanzi. Il capitale umano è del 2004.

LTSTAR

Annunci

Azioni

Information

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: