LA BELLA,LA BESTIA,L’UMANO

31 12 2010

Una bella analisi e/o punto di partenza  per capire, capirsi e soprattutto riconoscere come il potere nella sua accezione principale, si insinua, vince, impera e continua farlo, ci viene offerto da Annamaria Rivera, antropologa che insegna all’Universitrà di Bari.

Leggere i testi di antropologhi e studiosi delle relazioni di potere, riesce a farci mettere in crisi quegli schemi che spesso ci portiamo dentro, o dietro, come retaggio culturale, dando per scontato chi siano veramente gli altri o perchè alcuni sono “altri” e diversi e perchè in certe zone del mondo ci sono meno diritti o perchè qualcuno, per sesso, religione, razza, ecc. soffre.

Nel libro della EDIESSE PUBBLICAZIONI che inaugura la collana SESSISMO E RAZZISMO, intitolato LA BELLA,LA BESTIA E L’UMANO, gli spunti di riflessione sono molti e sarebbe bello poterli ricordare tutti in queste poche righe che condivido con voi. Ma per non togliervi la gioia di leggere il libercolo citerò solo alcuni spunti di riflessione o meglio, domande che mi sono posta leggendo il testo della studiosa che potrebbero essere lo spunto per interessanti discussioni da fare insieme, magari prima di morire, in modo da potere mettere in pratica eventuali modus operandi mirati al miglioramento della nostra stessa vita e di riflesso volte al miglioramento della vita di tutti.

Può essere che tutte le razze siano state inventate per istituire differenze tra individui e gruppi in modo che, ad un certo punto alcunni caratteri venissero proclamati diversi e/o inferiori in base a tratti somatici, colore della pelle, luoghi di nascita e cultura?

E’ possibile che in tutte le società siano presenti dispositivi di controllo attraverso cui il potere si insedia nei corpi, li costruisce e nello stesso tempo li disciplina?

E invisibilizzazione, iper-visibilizzazione, stigmatizzazione e stereotipizzazione dei corpi cosa c’entrano con la condizione delle donne, con la condizione degli/delle omosessuali o con la condizione degli immigrati?

Alterizzare alcuni esseri umani facendoli magari divenire i nuovi mostri o trasformandoli in capri espiatori, quanto aiuta a mantenere forti certi centri di potere?

Chi è stato vittima di razzismo e sessismo può a sua volta, in certe condizioni storiche, diventarne complice o agente?

In occidente esistono forme di mutilazioni fisiche paragonabili, anche in senso lato, alle mutilazioni dei genitali femminili fatte in paesi da noi ritenuti retrogradi e non democratici?

Quale è la differenza tra sesso naturale  e genere psicologico?

Elaborare un pensiero che scompagini gerarchie ontologiche,semantiche, etiche, sociali può rendere pensabile un progetto transculturale di liberazione dei generi, del concetto negativo di razza e dello sfruttamento?

Si possono sublimare politicamente questi conflitti in modo da riuscire a vivere un po’ meglio in questo mondo che sarebbe bellissimo?

Non bastrerà leggere questo libro per rispondere all’ultima domanda che ho proposto ma, sicuramente, la lettura impegnata potrebbe essere un modo per iniziare veramente bene l’anno.

Auguri

LTSTAR

Annunci

Azioni

Information

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: